Un bellunese di passaggio

Dopo tanto tempo di inattività fotografica – o meglio dire di stop dal piacere di non sapere cosa fotografare -, l’altra sera sono uscito con alcuni amici per un po’ di sano divertimento a “mezzo obiettivo“.

Niente di complicato… e “armato” solamente di cavalletto, X-Pro 1 e un 18 millimetri!

Dopo tante uscite con più corpi macchina, borse, zoom e tele enormi… ma che divertimento :-) mi sentivo talmente leggero da non essere neanche in gradi di fotografare.

Abbiamo girato quasi tre ore per Belluno, attraversando solamente due vie, sperimentando diverse tecniche fotografiche, ma soprattutto condividendo idee e una passione che ci permette di esprimere sentimenti o pensieri.

Era proprio da anni che non facevo un’uscita simile, senza programmi ne certezze, dando libero sfogo alla voglia di fotografare quello che al momento mi veniva in mente.

E sapete la cosa strana?

Mi è tornata la voglia di riprendere in mano la vecchia Zenza Bronica 6X6 che per troppo tempo è stata rinchiusa in un cassetto… e mentre sto scrivendo, tra una parola e l’altra, ho già caricando un rullino 120 della AGFA Optima da 100 ASA…

Non ho parole! :-)

Villa Doglioni Dal Mas (Luca Mares)

Porta Rugo (Luca Mares)

Via Mezzaterra di notte (Luca Mares)

Leave a reply

Your email address will not be published.