Reflections out of focus

Se una notte d’inverno un viaggiatore ” potrebbe essere letteralmente trasformata in “Se una notte d’inverno un fotografo“… dove la location non è la stazione ma una via della città, dove la sensazione di aver perso una coincidenza si tramuta in quella di aver smarrito uno scatto… e per magia ci si ritrova ancora qui, per errore, davanti allo specchio per un’ultima riflessione.

Non ci sono bar, non ci sono treni o libri da rileggere sempre nelle stesse pagine… ma un semplice specchio che riflette immagini fuori fuoco, come pensieri difficili da decifrare!

A volte basta poco per trasformare un semplice scatto in una grande e difficile riflessione.

Leave a reply

Your email address will not be published.