ABOUT

Nato nel 1981 a Belluno, città che amo e nella quale tutt’ora vivo anche se il lavoro mi porta a trascorrere le giornate immerso nelle splendide montagne delle Dolomiti, mi piace definirmi un fotografo (parola impropria, ma provvisto di partita iva) autodidatta: iscritto all’Ordine dei Giornalisti del Veneto, gestisco e dirigo la testata giornalistica GOBelluno Notizie (www.gobelluno.it), mentre fotograficamente negli ultimi anni ho avuto il privilegio di poter collaborare con quotidiani e riviste nazionali.

COLLABORAZIONI & SERVIZI: La Gazzetta dello Sport, Sport Week, Men’s Health, Spirito Trail, HOG Harley Davidson, Low Ride Magazine, Il Gazzettino, Il Corriere delle Alpi, L’Amico del Popolo, Belluno Magazine, Cortina Magazine, Lega Italiana Hockey Ghiaccio, Sportivi Ghiaccio Cortina, Kristian Ghedina, Dolomiti Summer Camp, Scoppio Spettacoli, Asd Nevegallika, Pro Loco Puos d’Alpago, Alpago Ecomarathon, Alpago Trail, Alpago 21K, Camignada poi siè Refuge, SuperServa, I Percorsi della Memoria, Calcio Ponte nelle Alpi, Associazione Dilettantistica Martes Team, Comitato Pollicino e altre realtà fotografiche e giornalistiche.

Per qualsiasi informazione potete contattarmi al +39 393 5710986 oppure mail luca[AT]lucamares.it

Un mio ritratto fotografato da Willy Fregona

Un mio ritratto fotografato da Willy Fregona

La fotografia è una passione iniziata con l’era del digitale, in quanto negli anni ’90 ho utilizzato più volte la reflex analogica di mio padre ma, visto il costo elevato per lo sviluppo dei negativi, non era una passione da coltivare!

La fotografia è lo strumento che ci permette di “bloccare” un sentimento, un’emozione o semplicemente qull’istante che vogliamo ricordare per tutta la nostra vita!

Successivamente ho scoperto le reflex digitali nei primi mesi del 2002 e mi sono divertito… saltuariamente… fotografando qua e là quando capitava!

Poi nel 2009 la grande svolta… mi capita per le mani un’occasione e non perdo tempo nel coglierla al volo e nell’utilizzarla ad ogni istante libero, preferendo il campo sportivo e la street photography!

A cosa serve una grande profondità di campo se non c’è un’adeguata profondità di sentimento? (Eugene Smith)

Passa qualche anno e nei primi mesi del 2012, dopo centinaia di migliaia di scatti, riscopro la “fotografia” nel vero senso della parola… ovvero lo scatto studiato, programmato, la fotografia premeditata, quell’istante da immortalare che prima di farlo ci pensi dieci volte, perchè deve essere unico!

Credo davvero che ci siano cose che nessuno riesce a vedere prima che vengano fotografate. (Diane Arbus)

Ecco che riprendo in mano il mio sito personale e pian piano cerco di trasformarlo in un pensiero scritto, condividendone il perchè o il come di ogni singolo istante immortalato dal mio “amico obiettivo”!